Giuria

Rebecca Basso, lavora da decenni nel settore della produzione e distribuzione televisiva e cinematografica. Negli anni, oltre a produrre per la TV e il cinema, realizza alcune opere come autore e regista, in particolare modo serie documentaristiche e film documentari.
Dal 2004 al 2017, si occupa di produzione di documentari, format, video e di distribuzione di programmi televisivi per Running TV International Srl, ricoprendo il ruolo di produttore esecutivo, produttore e responsabile della distribuzione televisiva.
Nel 2016, dopo aver prodotto il suo primo film cinematografico UNA NOBILE CAUSA, che vede nel cast la presenza di attori noti a livello nazionale, si trova davanti al periglioso passo della distribuzione nei cinema e sceglie di percorrere la via dell’autodistribuzione, uscendo in oltre 40 sale in tutta Italia.
Si specializza nella distribuzione in sala di film indipendenti.
Apre una propria società, EMERA FILM, che si specializza in produzione e post produzione video e distribuzione cinematografica, proponendo pacchetti forti dell’abbinata fra l’uscita al cinema e la comunicazione coordinata di un ufficio stampa.
—————————————————- —————————————————-
Matteo Calore Operatore e direttore della fotografia, ha firmato la fotografia di programmi e documentari per cinema e televisione.
Dal 2010 è video assist e data manager con il direttore della fotografia Luca Bigazzi nei film “La prima neve” di A. Segre e “L’intrepido” di Gianni Amelio.
Nel 2011 esordisce alla regia insieme a Stefano Collizzolli con il documentario “I Nostri Anni Migliori”, prodotto e distribuito da ZaLab.
Nel 2014 firma insieme a Gustav Hofer regia e fotografia del documentario Limbo, prodotto da ZaLab in collaborazione con Doc3 (Rai3) e continua a lavorare come direttore della fotografia e operatore di macchina con la Jolefilm di Marco Paolini e Francesco Bonsembiante.
Insieme a Pasquale Mari firma la fotografia del documentario prodotto da Rai 1 “Come il peso dell’acqua”.
E’ autore e regista della web series “Mini Expo”.
Lavora come autore e direttore della fotografia nel documentario IBI, prodotto dalla JoleFilm e presentato in selezione ufficiale, fuori concorso, al 70’ Locarno film festival.
Lavora con il direttore della fotografia Valerio Azzali come operatore di seconda macchina nel film “L’ ordine delle cose” di A. Segre presentato alla 74’ mostra internazionale del cinema di Venezia.
Collabora con l’artista Vanessa Beecroft realizzando regia e fotografia dei film ufficiali collegati alle performances VB82, VB83 e VB84.
Nel 2018 è direttore della fotografia del documentario di Daniele Gaglianone “Dove Bisogna Stare”.
Nel 2019 firma la fotografia del documentario “Il Pianeta in Mare” di A. Segre presentato alla ’76 mostra internazionale del cinema di Venezia.
È socio dell’associazione ZaLab e socio fondatore di ZALABFILM s.r.l.
Attualmente sta collaborando con la JOLEFILM srl di Marco Paolini come direttore della fotografia per due diversi progetti.
Il film documentario Tu casa es mi casa di Diego Scano e il nuovo film di finzione di Andrea Segre “Welcome Venice”.
—————————————————- —————————————————-
Alessandro Rossetto ha studiato antropologia e cinema a Bologna e Parigi. Autore cinematografico, regista e direttore della fotografia-operatore alla macchina, è produttore e docente di cinema in Italia e all’estero. Tra il 1996 e il 2012 i suoi film documentari Il Fuoco di Napoli Bibione Bye Bye One, Nulla due volte, Chiusura, Feltrinelli, Raoul e Vacanze di guerra sono stati prodotti e coprodotti fra Italia e Francia, Germania, Svizzera, Finlandia. Presentati e premiati nei maggiori festival, hanno avuto distribuzione cinematografica e televisiva internazionali e sono stati raccolti in retrospettive e personali. Nel 2013 il suo Piccola Patria è nella Selezione Ufficiale della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Nelle sale nel 2014, il film ha avuto circuitazione festivaliera e distribuzione anche internazionale dallo stesso anno. Nel 2019 realizza Effetto Domino, che nello stesso anno è nella Selezione Ufficiale della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, è tuttora presente nei festival e distribuito in Italia e all’estero e inserito con Piccola Patria in nuove retrospettive e personali. Nell’inverno 2019/2020 dirige a teatro lo spettacolo dal testo inedito Una banca popolare, poi sceneggiato per il suo lungometraggio più recente, The italian banker. Il film è in via di ultimazione e post produzione e sarà distribuito anche oltre confine. È stato fra i fondatori dell’associazione Doc/it, membro del comitato scientifico del premio di sceneggiatura Solinas e tiene conferenze, cicli di lezioni e annualità didattiche in scuole di cinema e università europee.